MUDEC – Miró “la forza della materia”

Una professione per passione

MUDEC – Miró “la forza della materia”

Non avevo ancora avuto modo di visitare il Mudec (Museo Delle Culture) di Milano ed ho colto l’occasione per la mostra di Miró “La forza della materia”.

È uno spazio molto luminoso con una geometria sinuosa con un grande spazio libero. Al suo interno ospita una collezione permanente e spazi per mostre temporanee.

MUDEC struttura - mostra Miró 3   MUDEC struttura - mostra Miró 1   MUDEC struttura - mostra Miró 2

Ma ora veniamo alla mostra di Joan Miró, illustre personaggio dell’arte moderna, molto legato al surrealismo e alle influenze degli anni Venti e Trenta. Miró sperimenta la fusione tra pittura e poesia tramite un processo di semplificazione della realtà, con rimandi all’arte primitiva.

Mi sarebbe piaciuto poter visitare la mostra accompagnata da una guida, per poter apprendere qualcosa in più riguardo ogni quadro. Infatti sono presenti delle buone descrizioni soprattutto dei periodo e delle fasi che attraversa Miró, ma manca qualcosa di più specifico, soprattutto per chi non è un esperto. 

Ho però apprezzato gli schermi posizionati in alcuni punti dove si poteva vedere qualcosa di più riguardo le idee di Miró, così come l’installazione con Oculus Rift che permette di addentrarsi in prima persona nel suo studio ed in seguito nella sua pittura. 

Sono andata a visitare questa mostra perché mi piace l’uso che fa Miró dei colori accostati al nero ed ho trovato alcuni dipinti che mi sono piaciuti particolarmente…

mostra Miró quadri

Vorrei concludere con le parole dell’artista:

“Considero il mio atelier come un orto.

Laggiù ci sono dei carciofi. Qui delle patate.

Bisogna tagliare le foglie affinché crescano i frutti.

Ad un certo punto, bisogna potare.

Io lavoro come un giardiniere o come un vignaiolo.

Le cose maturano lentamente.

Il mio vocabolario di forme, ad esempio, non l’ho scoperto in un sol colpo. 

Si è formato quasi mio malgrado.

Le cose seguono il loro corso naturale.

Crescono, maturano. Bisogna fare innesti.

Bisogna innaffiare, come si fa per l’insalata.

Così maturano nel mio spirito.

Lavoro sempre a più cose contemporaneamente.

E anche in ambiti diversi: pittura, incisione, litografia, scultura, ceramica.

La materia, lo strumento mi dettano la tecnica, il modo per dare vita a una cosa”

Questo è quello che riscontro spesso anche nel mio lavoro di grafica è quello che mi spinge a lavorare sempre a cose nuove!

Tags: , ,

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: